Escursioni a Firenze ed in Toscana
guida nazionale autorizzata

Giro città di Firenze

     Per iniziare conoscere Firenze passeggiamo per le vie di centro storico, non come semplici osservatori, ma come veri esploratori del tempo. 

    La città-fiore sulla sponda del fiume, ha una storia lunga più di due millenni anni. Intreccio delle epoche traspare negli edifici complessi e a volte bizzarre. I B asi delle torri medievali sovrapposte dai piani barocchi, frontali o lati delle vecchie chiese fanno parte delle case dei fiorentini. Da tutte le parti ti guardano personaggi mitologici e santi in bronzo e in marmo.
     Vi racconto la storia vera, trapuntata con leggende non solo della città in genere, ma di ogni sua singola pietra, di ogni Duca, monaco, artigiano. Vi faccio immergere nel “chi, quando, perché” – Chi ha sconvolto la vita in tutto mondo per secoli? Quando per la prima volta nel mondo è stata abolita pena di morte? Perché proprio Firenze diventò fulcro del Rinascimento? Come mai era scelta come capitale del regno appena nato?
    Vi propongo di acquistare non un semplice “giro città” , ma l’immenso piacere di dare vera vita a quello che vedrete.
     Questo è uno dei diversi percorsi di durata 3 ore

1. Santa Maria Novella (37). Basilica domenicana, piazza, antica farmacia monastica.
2. Palazzo Antinori e storia del vino toscano. Chiesa barocca Santi Michele e Gaetano.
3. Via de’Tornabuoni percorre sulle mura romane e splende con le migliori boutique europee dell’alta moda.
4. Casa-nave dell’ammiraglio Rodger Dudley. Palazzo rinascimentale Strozzi (14) e le sue mostre.
5. Piazza Santa Trinità (69 ner), cappella Sasseti e affreschi di Ghirlandaio. Palazzo Spini-Ferroni (80 ner) e Salvatore Ferragamo. “Scarpe per le regine”.
6. Borgo Santi Apostoli. “Tre schegge dal Santo Sepolcro di Gerusalemme”.
7. Ponte Vecchio — una storia senza precedenti!
8. Giorgi Vasari — un maestro eclettico. Da una passerella per principi a i ministeri-Uffizi (17) per governo.
9. Palazzo della Signoria — un castello medievale – cuore pulsante della Comune Libera e punto del comando di politico esemplare Cosimo I de’Medici. Teatro romano.
10. Piazza San Firenze (11). Palazzo Gondi (Gioconda). Badia fiorentina (61 ner). Palazzo del Bargello (31).
11. Piazza della Signoria — un museo al aperto dei capolavori scultorei.
12. Casa Dante Alighieri (22). Torre delle Castagne. L’oratorio di San Martino. 
13. Orsammichele (39). Corporazioni delle arti e mestieri.
14. Cinghialino dei macellai in Mercato Nuovo.
15. Piazza della Repubblica — Campidoglio romano. Getto ebraico. Firenze — il capitale del regno d’Italia.
16. Cattedrale Santa Maria Del Fiore. Battistero San Giovanni (67). Campanile Giotto (67). Cupola Brunelleschi (67).
17. Palazzo Medici-Riccardi (41). Basilica di San Lorenzo (63).

Basilica di Santa Maria Novella

      Questo complesso di attrazioni include: Basilicata domenicana (intreccio architettonico del gotico e del rinascimento), un monastero con un’antica farmacia e due cortili, la piazza con obelischi, “Spedale di San Paolo ” (oggi museo 900’)

image

Piazza degli Antinori 

     Uno dei palazzi rinascimentali fiorentini ancora oggi appartiene alla famiglia Antinori, che dirige la famosa “Casa del vino Antinori”. Si trova di fronte alla Chiesa dei Santi Michele e Gaetano —  sorprendente esempio del barocco, raro a Firenze. Parleremo non solo del Rinascimento e del Barocco, ma anche del Chianti.

image

 Palazzo Strozzi

     Il più grandioso palazzo di Firenze oggi svolge la funzione di “scrigno” per le svariate mostre di Arte Moderna. All’angolo di questo gigante, l’ammiraglio inglese Roger Dudley all’inizio del XVII secolo costruì la sua “casa-nave”.  La famosa via dei Tornabuoni — è la catena di scintillanti vetrine delle boutique più nominate, ma sotto la copertura della strada riposa in pace il muro romano

image

Piazza Santa Trinità

     Palazzo medievale di Spini Feroni oggi è occupato da casa Salvatore Ferragamo – “Di chi scarpe indossano le regine”. Davanti — la Chiesa di Santa Trinità con affreschi di Ghirlandaio nella cappella Sasseti. La Dea della Giustizia in porfido, che incorona la colonna di granito romano. Palazzo Bartolini Salinbeni con famosa scritta “per non dormire”. 

image

Parrocchia Santi Apostoli 

       Questa viuzza, adiacente al fiume, per molti secoli era la periferia meridionale di Firenze. Qui, nella chiesetta dei Santi Apostoli in minuscola piazzetta del Limbo, sono conservate tre pietre spaccate da fiorentino Pazzi dal Santo Sepolcro di Gerusalemme nella prima crociata del 1090

image

Ponte Vecchio 

     Un ponte più antico d’Europa. Un corpo intero con le piccolissime case, costruito da beccai nel XIV secolo , ma nel XVI secolo trasformato da Granduca Cosimo I nel sfarzoso mercato gioielliere. E come promotore del tale idea era suo amore per una donna brillante.

image

Piazza degli Uffizi 

      Ora, dal Ponte Vecchio ci dirigiamo a ovest lungo una costruzione pensile che viene comunemente chiamato Corridoio Vasariano. Dopo trecento metri, ci troveremo su una stretta e lunga piazza, circondata su tre lati da un edificio a forma di U – gli Uffizi. Una volta ministro, ora ospita la più famosa collezione di opere d’arte del mondo: la Collezione Medicea. Un raccolto straordinario dei famosissimi dipinti e sculture anche.

image

Piazza della Signoria 

     L’antico teatro romano funge da fondamenta per questa gigantesca fortezza. Il palazzo fu costruito per il governo fiorentino nel XIII secolo e lo serve ancora oggi. La piazza di fronte al palazzo è una delle piazze più belle del mondo, decorata con più di venti capolavori di scultura.

image

Badia Fiorentina

      Palazzo del Bargello è una delle tre fortezze medievali di Firenze. “Bargello” era il Capitano della Giustizia, e la storia di questa struttura monumentale era connessa alla giustizia nella città per sei secoli. Oggi nel Palazzo c’è una ricca collezione di sculture, gioielli antichi, avori, arme, bronzetti, ceramiche. Solo di Michelangelo esposte quattro opere originali e sei di Donatello. E di fronte, sottile campanile-candelina della Badia gareggia con la torre del Bargello. 

image

Casa Dante Alighieri 

     Per noi Dante è un poeta, l’autore di “La Divina Commedia”. Ma nonostante la fantastica capacità di descrivere la realtà circostante con una filastrocca sofisticata, durante la sua vita era un politico di alto rango. E dopo la morte è diventato il Padre della lingua italiana

image

Orsammichele 

     Sembra un sontuoso palazzo, ma in realtà è una chiesa che ha una storia insolita. L’ex granaio fu scelto dalle corporazioni di artigianato come il centro delle loro rappresentazioni. Santi patroni di varie professioni ci guardano maestosamente dalle nicchie scolpite nelle pareti dell’edificio. E all’interno del tempio – un’icona miracolosa della Vergine Maria, che soddisfa le richieste delle madri.

image

Mercato Nuovo 

    La corporazione di beccai e macellai era trasferita dal Ponte Vecchio in Mercato Nuovo nel 500’. In segno di gratitudine al destino di essere sazi, hanno stabilito il loro simbolo: il cinghiale di bronzo — mecca per i turisti moderni, che lo chiedono l’adempimento dei suoi desideri economici.

image

Piazza della Repubblica 

     In questo punto della città convergono il “principio” e “il culmine” della storia di Firenze. Qui, 2000 anni fa, i Romani gettarono la prima pietra delle fondamenta cittadine. E qui il primo re del neonato regno italiano per commemorare la proclamazione di Firenze come capitale, organizzò lussuosi parate e balli sociali.

image

Cattedrale Santa Maria del Fiore 

      La chiesa principale della città porta il nome di “Nostra Signora con un fiore”, poiché il giglio è un simbolo della città. Un altro simbolo — “La dominante” gigantesca che incorona il tempio — una cupola, costruita da Filippo Brunelleschi. Il terzo simbolo è il Campanile più bello del mondo, concepita dal grande Giotto.  È di fronte — l’edificio più antico della città — Battistero ottagonale con la Porta Aurea del Paradiso.

image

 

Panoramic view from Piazzale Michelangelo in Florence - Italy

Palazzo Medici-Riccardi 

       Il primo palazzo del Rinascimento fiorentino, che ha visto gli alti e i bassi dei membri di illustre famiglia de’Medici. Fulcro della vita sociale fiorentina per secoli. Dentro — un piccolo gioiello — la Cappella dei Magi, affrescata da Benozzo Gozzoli nel XV secolo.

image

Basilica di San Lorenzo 

    Fondata nel IV secolo e ricostruita dal padre della prospettiva matematica Filippo Brunelleschi, la chiesa non solo ha svolto la missione della parrocchia per tutti i Medici, ma è diventata anche il loro ultimo rifugio. Nella sua cripta si trovano 55 loro salme. Sopra di essa — spettacolare celebrazione in pietra — Capella dei Principi.

image

 

ritornare in catalogo

Contatti